Contenuto.

Chi sono

Francesco Pira

Francesco Pira, nato il 9 agosto 1965, sociologo della comunicazione è docente e ricercatore di ruolo in sociologia dei processi culturali e comunicativi presso l'Università degli Studi di Messina dove insegna giornalismo digitale e comunicazione integrata ( Corso di Laurea Magistrale in Metodi e linguaggi del Giornalismo) e Teorie e Tecniche del Linguaggio Giornalistico e Comunicazione Istituzionale (Corso di Laurea Triennale in Scienze dell’Informazione, Comunicazione Pubblica e Tecniche Giornalistiche) . Afferisce al Dipartimento di Civiltà Antica e Moderna. Docente Responsabile del Laboratorio Audiovisivo del Corso di Laurea in Scienze dell’Informazione, Comunicazione Pubblica e Tecniche Giornalistiche, rivolto agli studenti del terzo anno. Presso lo stesso Ateneo è stato dal primo marzo al 26 giugno 2013 Delegato Rettorale alla Comunicazione, coordinando il gruppo che ha messo on line il nuovo portale; ha organizzato da marzo a maggio 2013 anche un ciclo di seminari sul giornalismo digitale che ha visto la presenza di autorevoli giornalisti nazionali.

E’ docente dello IUSVE (Istituto Universitario Salesiano di Venezia e Verona) dell’Università Ponitificia Salesiana dove insegna comunicazione pubblica e d’impresa.

E’ componente del Comitato di redazione della rivista semestrale online Humanities di storia, geografia, antropologia e sociologia dell’Università di Messina. Direttore prof. Mario Bolognari.

E’ componente del Comitato Scientifico della Rivista IUSVEducation edita dall’Università Salesiana di Venezia e Verona.

E’ componente il Comitato dei Revisori della Rivista “Media Education – Studi, ricerche e buone pratiche” http://riviste.erickson.it/med/it/chi-siamo/

E’ Vice-Direttore della Collana “Teoria Sociologica Applicata”  (Applied sociological Theory –Book Series) della Casa Editrice L’Harmattan (Parigi-Torino) di cui è Direttore Scientifico il Professor Andrea Pitasi.

E’ docente della Scuola Superiore di Polizia del Ministero dell’Interno. Sempre presso Ministero dell’Interno è iscritto nell’Elenco Docenti della Scuola Superiore di Amministrazione.

E’ stato Componente del Comitato dei Saggi – Progetto CRIM-SAFRI “Creazione di un Centro di ricerca Italo-Maltese per la sostenibilità ambientale e le fonti rinnovabili.  Regione Siciliana Assessorato del Territorio e dell’Ambiente Dipartimento dell’Urbanistica.

E’ componente del Comitato Tecnico- Scientifico della Scuola di Alta Formazione Politica della LUP Libera Università della Politica fondata da Padre Ennio Pintucuda.

E’ componente del Comitato Scientifico della Fondazione Giuseppe e Marzio Tricoli che si occupa di ricerca e divulgazione scientifica con sede in Palermo.

Fa parte della Giuria del Premio Maria Grazia Cutuli intitolato alla giornalista del Corriere della Sera barbaramente uccisa organizzato dalla Fondazione a lei intitolata voluta dal Corriere della Sera.

Ha lavorato presso l'Università degli Studi di Udine dove ha insegnato Comunicazione delle organizzazioni complesse (Laurea Magistrale in Comunicazione Integrata per le imprese e le organizzazioni), Teoria e Tecniche delle relazioni pubbliche (Laurea Triennale in Relazioni Pubbliche) e Laboratorio Web Radio presso il Dipartimento di Scienze Umane.

E’ stato docente del Corso Donne e Politica e Istituzioni delle Università di Udine, Verona e Messina.

Ha fondato e diretto per tre anni (dal marzo 2007 al marzo 2010) la Web Radio dell’Università di Udine ed è stato per due anni responsabile del corso di ateneo di comunicazione. A Gorizia ha fondato e diretto anche nel 2004 il periodico Il Gomitolo realizzato dal Centro Polifunzionale di Gorizia con la collaborazione delle Associazioni Studentesche.

Saggista e giornalista, è stato per oltre 10 anni Consigliere Nazionale dell'Associazione Italiana della Comunicazione Pubblica. Opinionista del quotidiano Affari Italiani (firma la rubrica Trasparenze) e del giornale on line Spot and Web e di riviste specializzate, è autore di venti pubblicazioni scientifiche. Intensa l’attività di ricerca svolta sul rapporto tra bambini, pre-adolescenti e giovani, vecchie e nuove tecnologie, e sulla comunicazione pubblica, politica e sociale. Svolge ogni anno il Monitoraggio dei siti istituzionali e politici italiani.

Ha collaborato con l’Università di Pisa, dove ha insegnato al Master in Comunicazione Pubblica e Politica.

E’ stato relatore in convegni internazionali e conferenze in India, Thailandia, Grecia, Danimarca, Francia, Croazia, Slovenia e Belgio. Nel 2010 e nel 2011 è stato coordinatore scientifico e moderatore dell’International Communication Summit che ha visto la presenza di Alastair Campbell, ex portavoce di Tony Blair e di Zygmunt Bauman, uno dei più noti sociologi e influenti pensatori contemporanei.

Nel giugno 2008 per l’attività di ricerca e saggistica è stato insignito dal Capo dello Stato, on. Giorgio Napolitano, dell’onorificenza di Cavaliere dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana. Nel maggio 2012 con il saggio inedito “Legalità e Pubblica Amministrazione più trasparenza con le nuove tecnologie” è risultato vincitore del Premio Letterario Nazionale delle Acli sulla Cultura della Legalità. Nel settembre 2012 ha ricevuto il Premio Scorsetti (dedicato alla letteratura sportiva), nel dicembre 2012 l’Oscar d’Autore nell’ambito del Premio Oscar del Calcio Siciliano a Vittoria (Ragusa) e a settembre 2013 il Premio Sportivamente Palma (Comune di Palma di Montechiaro – Assessorato allo Sport) come coautore del libro “Bruno Pizzul. Una voce Nazionale” (scritto con Matteo Femia- Fausto Lupetti Editore), i cui diritti d’autore sono stati donati alla Fondazione Stefano Borgonovo che si occupa dei malati di SLA. Nel dicembre 2013 ha ricevuto il Premio “A Licata c’è” nella sua città d’origine, Licata. Nel luglio 2014 gli è stato conferito il Premio Internazionale “Pergamene Pirandello”. Nell’agosto 2015 ha ricevuto il Premio Nazionale “Soccorso sotto le Stelle” a Gualtieri Sicaminò (Messina) “come Siciliano che dà lustro alla Regione nel mondo”.

Nel corso della sua vita professionale gli sono stati attribuiti tra gli altri i Premi: “Master per la Comunicazione”, “Euromediterraneo”, “Fidas-Amico per la comunicazione”, “Penne-Pulite Sarteano”, Athena-Aurea”, “Teleacras-Puntofermo”, “Amico del Teatro” e “Rosa Balistreri”

Ha pubblicato Come creare un ufficio stampa (Sperling & Kupfer 1997), Di Fronte al Cittadino (FrancoAngeli 2001) e con E. KermolBambini mai soli davanti alla tv (Goliardiche 1997), Comunicazione & Potere (Cleup 2000),Videogiocando (Cleup 2001), Dall'E-Commerce all'E- Government (Cleup 2001),Comunicare il Comune come il cittadino da utente diventa cliente(Cel collana Anciform 2002). La nuova comunicazione politica (FrancoAngeli 2 edizioni una nel 2004ed una nel 2007) con L. Gaudiano, Come comunicare il sociale(FrancoAngeli 2005) e con V. Marrali Infanzia Media e Nuove Tecnologie(FrancoAngeli 2007), Giochi e Videogiochi dal nascondino alla console con Vincenzo Marrali (Editore Bonanno 2009), Come dire qualcosa di sinistra. Da Blair a Obama dalla terza via al presidente Youtibe(FrancoAngeli 2009). Ha pubblicato nel 2010 La Repubblica della Comunicazione con Franco Pomilio (Fausto Lupetti Editore). A febbraio 2012 è uscito il suo ultimo libro La net comunicazione politica- Partiti, movimenti e cittadini-elettori nell’era dei social network per i tipi della Franco Angeli. Nel maggio 2012 ha pubblicato con Matteo Femia “Bruno Pizzul. Una voce Nazionale” Fausto Lupetti Editore. Nel 2011 ha pubblicato il saggio intitolato “Communicating with voters in the Facebook era. Political communication and the online identity that is still lacking in Italy” nell’ E-Book "Leadership and New Trends in Political Communication a cura di E. De Blasio, M. Hibberd, M. Sorice nelle edizioni CMCS Working Papers.

Suoi saggi e articoli scientifici recenti: A. Cava., F. Pira, Social Gossip. Dalla chiacchiera di cortile al web pettegolezzo, Aracne Editore, (in corso di pubblicazione)

Altinier A., Pira F., Comunicazione d’impresa e pubblica, Libreriauniversitaria.it, 2014

 

Nella rivista scientifica online Humanities edita dall'Università di Messina diretta dal professor Mario Bolognari, (Anno IV – Numero 8 Dicembre 2015) Saggio intitolato #Messinasenzacqua: un caso di non-comunicazione di crisi. Centorrino M., Pira F.

(Anno 3- Numero 6 Giugno 2014). Saggio intitolato: Cyberbullismo, sexiting, “ragazze doccia”.

I nuovi pericoli per i più piccoli nella rete. Nella rivista di educazione, formazione cultura Pedagogika edita da Stripes Network srl, 2014 XVIII, 1. Saggio dal titolo: Digitali nativi vs Mobile born.

In  Il Management in Sanità. L’agorà della medicina: punti di vista a confronto per una dialettica del sapere in Sanità. Un percorso di ricomposizione del pianeta salute attraverso l’analisi della contemporaneità. La comunicazione del rischio in Sanità, (Cap. II Medicina sicura Medicina preventiva:questioni di equilibrio e prospettive) in (a cura di) Maria Triassi, AAVV, (in corso di pubblicazione).

Nel 2014 ha pubblicato il saggio Il potere comunicativo di Enrico Berlinguer. Nel volume a cura di Ivan Buttignon Prospettiva Berlinguer: Il leader comunista visto da diverse angolazioni a trent’anni dalla scomparsa. Sempre nel 2014 con Salvatore Benfante Picogna per Libreriauniversitaria.it, La ricerca sulla percezione della disabilità nelle scuole della provincia di Caltanisetta.

Nella rivista scientifica online Humanities edita dall'Università di Messina diretta dal professor Mario Bolognari, (Anno 2- Numero 4 Giugno 2013). Saggio intitolato: I social media protagonisti della nuova stagione politica. Una ricerca sulle nuove forme di partecipazione.

Nella rivista For Rivista per la Formazione edita da FrancoAngeli (n°91 del 2012). Articolo Le rete, le rivoluzioni e il rischio di essere solo consumatori e non cittadini.

Nella rivista scientifica online Humanities edita dall'Università di Messina diretta dal professor Mario Bolognari, (Anno I- Numero 2 Giugno 2012). Saggio intitolato: Legalità e Pubblica Amministrazione: più trasparenza grazie alle nuove tecnologie

Nel 2012 ha pubblicato due “Stratagemmi” (18 Competere per ciò che conta, sempre, comunque e ovunque e 48 Non è tutto oro ciò che luccica, ma se non luccica certamente non è oro) nel volume The Wide Horizon Strategy a cura di Andrea Pitasi – 50 stratagemmi vincenti per il mondo che cambia Maggioli Editore.

Nel 2012 ha pubblicato il saggio Comunicare la multiculturalità: dagli old media ai social network. Analisi di un viaggio sulla percezione della migrazione dall’analogico al digitale. Dalla carta stampata a Facebook, Twitter e Youtube nel volume a cura di Domenico Carzo “Spazi, Tempi e Linguaggi- Le migrazioni tra nuove tecnologie e diritti emergenti” L’Harmattan Italia.

Nel 2013 ha pubblicato con Samantha Gamberini il libro “La Polizia locale e la comunicazione sul web” (Maggioli Editore).