Contenuto.
"Se il pensiero è sicuramente inefficace senza azione, l'azione senza pensiero lo è altrettanto." Zygmunt Bauman, Paura liquida, 2008

Opinioni

Francesco Pira

Parla Nicola Calì, boss con “Il traditore” di Marco Bellocchio: “Il mio Riina è spietato”

Articolo pubblicato su La Voce di New York

 

“La vita è tutta fatta di coincidenze”. Ha ragione José Saramago, indubbiamente. Ed allora proviamo a vedere perché. La prima coincidenza, la più banale, è che sono andato a vedere il film di Marco Bellocchio “Il Traditore”, unico film italiano in concorso per la Palma d’Oro al Festival di Cannes, cercando di non farmi condizionare dalle critiche, dalla standing ovation in Francia e dal fatto che però non aveva incassato nemmeno un premio. Sono andato a vedere il film nel cinema della mia città Licata, in provincia di Agrigento. A pochi chilometri, dal Castello di Falconara (Butera) dove sono state girate molte scene del film, in particolare quella iniziale della festa con lo scatto della foto poi usata come prova al Maxi Processo. Di quella scena un frame mi ha colpito: Nicolà Calì, l’attore che interpreta Totò Riina, alza la mano per coprirsi la faccia, per proteggersi. E’ scritto nel copione, ma Calì fa questo ed altri gesti con grande mestiere. Si vede che ha studiato a lungo il personaggio.

» continua



Valid XHTML 1.0! Valid CSS! Level A conformance icon, W3C-WAI Web Content Accessibility Guidelines 1.0
*/?>